I bambini hanno diritto ad essere protetti

In fuga, separati dalle loro famiglie, reclutati come bambini soldato o costretti a svolgere lavori disumani: milioni di bambini sono a rischio di sfruttamento, violenza, abbandono e abusi. Facciamo di tutto per assicurarci che siano protetti – non importa chi siano o dove crescano.

La povertà, i conflitti, l’abbandono delle campagne e le pandemie distruggono quotidianamente le famiglie e le strutture sociali in tutto il mondo. Di conseguenza, sempre più ragazze e ragazzi sono esposti a numerosi rischi. Nelle situazioni di conflitto o dopo le catastrofi, questi rischi aumentano ancora di più. Gli effetti sui bambini esposti a questi pericoli possono influenzare il loro sviluppo per tutta la vita. Tuttavia, se viene data loro la protezione speciale di cui necessitano, hanno più possibilità di continuare la scuola, avere uno sviluppo emotivo e fisico sano.

Siamo convinti che i bambini crescano in modo più sicuro a casa e nella loro comunità sociale. Sosteniamo quindi le famiglie, le autorità locali e i governi nazionali nei loro sforzi di fornire ai bambini la cura e la protezione di cui hanno bisogno e per promuovere un’educazione non violenta. Il diritto a un’infanzia non violenta non è ancora realizzato, né in Svizzera né in tutto il mondo.

Icon Stiefel

Le moderne schiavitù 1 vittima su 4 delle moderne schiavitù è un bambino.

Icon Girl

Sfruttamento sessuale 8 milioni di ragazze tra i 15 e i 19 anni sono vittime di sfruttamento sessuale.

Icon Familie

Violenza nella casa La metà dei genitori in Svizzera usa la violenza verso i propri figli come strumento di educazione.

Icon Kinderschutz

Punizioni corporali a schuola Circa 720 milioni di bambini in età scolare non hanno una protezione legale contro le punizioni corporali a scuola

Protezione dei bambini nelle crisi e nei conflitti

415 milioni di bambini in tutto il mondo vivono in zone di guerra e conflitto. Non solo il numero di bambini che vivono nelle zone di conflitto è aumentato di 30 milioni negli ultimi due anni; anche l'entità e l'intensità della violenza a cui sono esposti è in costante aumento.

La protezione dei bambini è particolarmente importante nelle situazioni di crisi, conflitto e fuga. Per questo motivo, nelle regioni in crisi di tutto il mondo e in Svizzera stiamo costruendo i cosiddetti spazi a misura di bambino, per offrire ai più piccoli un luogo sicuro dove giocare e imparare. In questi spazi, i bambini ricevono di solito anche un sostegno psicosociale che li aiuta ad affrontare le terribili esperienze vissute.

Se i bambini subiscono un trauma, lavoriamo per garantire che ricevano le cure, la riabilitazione e il sostegno psicosociale di cui hanno bisogno per tornare ad essere bambini. Ci prendiamo cura anche dei bambini che sono stati separati dalle loro famiglie durante la fuga. Li registriamo, li sistemiamo in famiglie affidatarie e cerchiamo di localizzare la famiglia d’origine.

È anche estremamente importante per noi collaborare con le comunità e le autorità locali nello sviluppo di nuove leggi e pratiche volte a proteggere i bambini che potrebbero essere coinvolti in reti di trafficanti o non avere accesso all’istruzione o all’assistenza sanitaria locale.

415 Mio.

di bambini in tutto il mondo vivono in zone di guerra e conflitto.

In situazioni di emergenza, i bambini sono esposti a lesioni psicologiche e fisiche, che influenzano negativamente il loro sviluppo a breve e lungo termine. È nostro compito proteggere questi bambini.

Nina Hössli Responsabile Programmi Nazionali Save the Children Svizzera